Caricamento Eventi

Le pubbliche scuse del Canton Ticino per il “rifiuto” che condannò alla deportazione la famiglia Segre. L’Università di Lugano che la accoglie, 75 anni dopo. L’abbraccio degli studenti.

«Finché avrò fiato continuerò a parlare ai ragazzie mi batterò contro il linguaggio dell’odio»

Articolo Bet Magazine Mosaico

Condividi questo evento!